la nuova miss Italia

sta par partire la nuova miss Italia. Ho fatto un giro nel sito a vedere le varie bellezze.  Non c’è nessuna che trovi incantevole.

Il mio podio è questo:

 

ALICE RACHELE ARLANCH

Daniela Mazzaferro

Francesca Ena

una curiosità, nelle prossime settimane ci sarà anche miss Sri Lanka Italy.  All’inizio trovavo la bellezza delle zone indiane non particolarmente attraente. Invece ultimamente mi sta piacendo.

21314862_821055964720613_6834303681878943669_n20479437_802565309903012_4766975212503045460_n

Annunci

La Sinistra c’è nella forma. Ci sarà anche nei contenuti?

Leggo sul blog di Ciwati che la Sinistra sarà unita alle prossime elezioni (mmm…).

Bene.

Ma sarà anche con contenuti di Sinistra o ripeterà le solite cose?

Perchè a me interessa che vi sia considerazione:

  1. per i piccoli comuni a spopolamento(solitamente appenninici)
  2. la salute maschile
  3. il precariato e la disoccupazione, specie intellettuale.

Ho fatto le mie discussioni e le mie  manifestazioni a favore  dei diritti degli omosessuali, dei carcerati, per gli immigrati,  per le donne,  per la legalizzazione della cannabis…..

Ogni tanto vorrei si parlasse anche delle problematiche che potrebbero riguardarmi. Anche perchè il voto/tempo è il mio e lo do a chi voglio. Mica è un diritto della Sinistra averlo a prescindere, anche se non vuole considerare le mie esigenze e quelle di gente come me.

 

Lega dei popoli, non mi fido

salvini-isoardi-taglio-2

Pare che Salvini voglia trasformare la lega padana in lega dei popoli.
comun denominatore sarà probabilmente l’odio contro gli immigrati e il trasferimento di risorse dallo Stato centrale agli enti locali.

Io non mi fido di questa operazione per vari motivi:

il background della Lega è profondamente anti-meridionale. Terminata l’ondata degli immigrati, essa ritornerà pienamente al suo ruolo di punta di diamante delle politiche anti-meridione.

La classe dirigente legaiola, quella ai vertiti del partito “nazionale”, è composta interamente da settentrionali. Mentre quindi a livello locale, si potrà certamente esprimere un ceto dirigente meridionale, a livello nazionale dominerà il vecchio ceto dirigente legaiolo settentrionale facendo venir meno la rappresentanza territoriale nelle istituzioni.

Infine, e quello che più conta, un partito si giudica dalle politiche che intende attuare (e attua). Il passato legaiolo parla da solo come anti-meridione. Ma la nuova politica, con la flat tax e l’insistenza del contributivo sulle pensioni, va a discapito del meridione. Facendo passare due provvedimenti molto orientati ad una parte del Paese come provvedimenti per tutto il Paese.

Comnunque sono contento che quei bugiardi e mangiaedormi vendano la propria identità per una poltrona, dimostrandosi così per quello che sono: unicamente interessati alla roba.

(in foto Salvini dopo l’operazione alle corna)