la libertà sessuale è un lusso riservato alle ragazze

c’è un nuovo gender gap e stavolta gli sfavoriti sono i maschi.

L’articolo di Simonetta Sciandivasci su ilfoglio che non mi convince molto ma segnala per dovere di cronaca vista la tematica.

Annunci

Cala ancora il numero di preti e suore nel mondo. Ma aumentano i vescovi

I preti sono 414 mila,  le suore 649 mila. I primi in calo di quasi 400, le seconde di 10 mila.  Ci vorranno ancora decenni perchè le suore siano un numero inferiore ai preti.  Nel contempo, Asia e Africa aumentano i propri sacerdoti, pian piano la chiesa cattolica diventerà afro-asiatica.

da:

https://www.agi.it/cronaca/calo_numero_preti_suore-6390578/news/2019-10-19/

Prosegue il calo del numero di sacerdoti e suore cattoliche nel mondo, soprattutto in Europa, mentre aumentano i vescovi. Secondo i dati forniti da Fides, Il numero totale dei vescovi nel mondo è aumentato di 36 unità, raggiungendo quota 5.389. Anche quest’anno aumentano sia i vescovi diocesani che quelli religiosi. I Vescovi diocesani sono 4.116 (26 in più), mentre i vescovi religiosi sono 1.273 (10 in più).

Mentre il numero totale dei sacerdoti nel mondo è diminuito anche quest’anno, raggiungendo quota 414.582 (-387). A segnare una diminuzione consistente ancora una volta è appunto l’Europa (-2.946) cui si aggiunge quest’anno l’Oceania (-97). Gli aumenti si registrano in Africa (+1.192), America (+40) e Asia (+1.424). I sacerdoti diocesani nel mondo sono diminuiti globalmente di 21 unità raggiungendo il numero di 281.810, con una diminuzione, anche quest’anno, in Europa (-2.048), maggiore rispetto al passato, cui si aggiunge l’Oceania (-36).

Gli aumenti si registrano in Africa (+959), America (+404) e Asia (+700). I sacerdoti religiosi sono diminuiti in complesso di 366 unità, confermando la tendenza degli ultimi anni, e sono 132.772. Consolidando la tendenza degli ultimi anni, crescono in Africa (+233) e in Asia (+724), diminuiscono in America (-364), Europa (-898), Oceania (-61). I diaconi permanenti nel mondo continuano ad aumentare, quest’anno di 582 unita’, raggiungendo il numero di 46.894. Si conferma anche la tendenza alla diminuzione globale delle religiose, di 10.535 unità, come l’anno precedente. Sono complessivamente 648.910

Utero artificiale pronto in 5 anni, UE stanzia 3 milioni

Entro cinque anni gli scienziati dell’Università Tecnologica di Eindhoven (Paesi Bassi) metteranno a punto un prototipo funzionante di utero artificiale, una super incubatrice che dovrebbe offrire risultati rivoluzionari. Il bimbo prematuro verrà infatti immerso in un liquido e alimentato e ossigenato attraverso il cordone ombelicale, come nel grembo materno. I ircercatori hanno ricevuto circa 3 milioni di euro dalla UE per preparare il macchinario.

continua su: https://scienze.fanpage.it/utero-artificiale-pronto-in-5-anni-ue-stanzia-3-milioni-come-funzionera-la-super-incubatrice/
http://scienze.fanpage.it/

Cos’è l’Ulwaluko, il rito di iniziazione costato la vita a sei adolescenti in Sudafrica

In Sudafrica, ogni anno i ragazzi dell’etnia Xhosa si sottopongono al rito dell’Ulwaluko, la circoncisione realizzata dagli anziani del villaggio, senza alcuna anestesia e con strumenti non sterilizzati. Un rituale di passaggio dalle conseguenze drammatiche: dal 1995, oltre mille adolescenti hanno perso la vita per dimostrare di essere adulti.

continua su: https://www.fanpage.it/esteri/cos-e-l-ulwaluko-il-rito-di-iniziazione-costato-la-vita-a-sei-adolescenti-in-sudafrica/
http://www.fanpage.it/

Il 2019 rischia di essere il peggiore degli ultimi anni per morti sul lavoro

( da https://www.agi.it/cronaca/morti_lavoro_dati_2019-6176129/news/2019-09-12/ )
Uno dei peggiori anni per quanto riguarda le morti sul lavoro. Il 2019, fino ad ora, sta registrando un possibile nuovo aumento degli incidenti rispetto al 2018, che aveva già segnato un rialzo di oltre il 6% di ‘morti bianche rispetto all’anno precedente. Lo scorso anno le denunce di infortunio con esito mortale sono state – secondo dati Inail – 1.218, contro le 1.148 del 2017 e le 1.154 del 2016. Ma nei primi sette mesi di quest’anno le denunce sono state 599, 12 in più rispetto ai primi sette mesi dell’anno precedente.