(recensione) The Hateful Eight

hateful-eightPremessa:  a me non piace Tarantino. Considero la metà dei suoi film come delle cagate pazzesche (kill bill ad esempio) e dell’altra metà dei suoi film non ricordo praticamente nulla (Django, Le Iene, …).   Forse questi ultimi mi sono piaciuti, in special modo “Bastardi senza gloria” ma di certo non hanno lasciato il segno.

Fatta questa premessa, andiamo a “the hateful eight”.    Il film è discreto ma non è un  western.   E’ un noir, un giallo…. insomma uno di quei film dove  c’è l’investigatore che deve scoprire il criminale.

 

DA QUI COMINCIANO GLI SPOILER:

Al solito vi sono scene splatter che considero del tutto fuori luogo e vi sono buchi nella trama. Su tutti:  non ci avrebbero pensato due volte a far saltare la testa della prigioniera quando la situazione si era resa difficile.  

Il film comunque è decisamente guardabile anche grazie ad un grande Kurt Russel .

Rimane la tendenza di Tarantino a rappresentare i razzisti come della gente infame, non solo perchè razzista ma anche come morale in generale.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...