(recensione) ciclo delle fondazioni – asimov

ho letto il primo libro della  iniziale trilogia.

quello fino a Marlow ( nome simile per capirci) e  ora sto leggendo il secondo libro (sono al punto che i due sposini vengono recuclati  e vanno in viaggio di nozze)

 

l’ho trovato molto gradevole.

lo svolgersi dell’eventi porta ad un effetto domino, ad uno scacco matto improvviso che è molto piacevole anche se dopo i primi diventa ripetitivo (cambierà nel susseguirsi dei libri?)

non credo di finirlo.

 

ammetto che  il mio libro ideale dovrebbe essere non più di 15o pagine e già sono abbondantemente fuori standard.

forse finirò anche il secondo libro ma di certo,  almeno nel breve periodo, non leggerò il terzo.

che dire altro?

credo che un po’ di smalto si sia perso  con l’attacco imperiale alla fondazione.  quando  un autore  fa spiegare ad un proprio personaggio  una possibile contraddizione mi pare sempre una giustificazione e una quasi ammissione di colpa (dell’incoerenza).

 

altro punto di ragionamento:  ma allora l’azione individuale non conta veramente nulla? non possiamo fare la differenza mai?  boh.

però tutto sommato davvero molto  gradevole e consigliato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...