non solo Napoli

come sa chi segue questo blog, io non sono tenero con Napoli.
penso ci voglia un cambio di mentalità dei napoletani (a cominciare da un bagno di umiltà), l’invio dell’esercito e una massiccia spesa dello Stato in primis in istruzione e sanità.

il fattaccio di Napoli e le sevizie sul ragazzo obeso con aria compressa, ha innescato una serie di commenti razzisti sul web.
come se tale bestialità fosse possibile solo a Napoli e non anche altrove.

ebbene:

‘ARIA COMPRESSA: PRIMA DI NAPOLI, LODI, PORDENONE E AOSTA
Il caso del ragazzo seviziato con l’aria compressa a Napoli non è l’unico episodio accaduto in Italia

Roma
09 ottobre 2014
Il caso del ragazzo seviziato con l’aria compressa nel quartiere Pianura a Napoli non è unico episodio in Italia. Per il 14enne di Pianura si è trattato di una ‘punizione’ perché “troppo grasso”, tre precedenti, invece, sono stati frutto di uno stupido e irresponsabile scherzo.

A settembre dello scorso anno, vittima un ragazzo di 17 anni di Aosta che ha riportato la perforazione dell’intestino, oltre a lesioni nell’area genitale e in quella peritoneale, dopo che un compagno di classe gli ha ‘sparato’ un getto d’aria sul fondoschiena con un compressore.
Ottobre 2011 – un operaio di 49 anni di Aviano (Pordenone) subisce danni gravi all’intestino dopo che un collega, per gioco, gli ha puntato all’altezza del sedere un piccolo compressore utilizzato per sparare i chiodi. Trasportato in ospedale, L.M. è operato d’urgenza per le gravi lesioni subite. Per un anno porta un sacchetto intestinale esterno.

Giugno 1992 – stessa dinamica a Mulazzano (Lodi). Mohammed Abutaher, 32 anni e originario del Bangladesh, si ritrova in prognosi riservata all’ospedale Predabissi di Melegnano. Mohammed stava ripulendo la tuta con la pistola collegata a un compressore d’aria quando un compagno di squadra ha pensato bene di fargli uno scherzo, avvicinandogli la lancia e scaricandolgi l’aria nell’intestino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...