(anarco)capitalisti con i soldi pubblici

in Italia, o meglio sul web e nelle università private(bocconi/luiss), si sta sviluppando una masnada di giovani anarco-capitalsiti che sbraitano contro lo Stato e le tasse (e fin qui nulla di male)

e che sostengono ogni taglio al welfare (e qui si vede la demenza) in nome di una presunta maggiore libertà economica e minore imposizione fiscale.

ora a parte che il welfare segue lo Stato (il welfare fu inventato nella Germania di fine 800 dal conservatore Bismarck e portato al maggiore splendore dalla socialdemocrazia nord-europea dei Paesi Scandinavi, della Germania, della Francia, del Benelux e della UK di Atlee nella seconda metà del 900)  e non ne è la causa…a parte che sistemi con meno pubblico come quello della Sanità USA costano di più .

andiamo a vedere chi sono i leader di questo combattenti contro lo Stato.
il maggior movimento italiano è il movimento libertario. (il nome che si sono dati è evidentemente un abuso… visto che “libertario” in Italia ha connotato gli anarchici o al limite, come aggettivo, i liberal … per loro sarebbe più corretto il nome di “proprietaristi”  o al limite di “anarcocapitalisti” ma siamo un Paese libero… più  o meno).  Il suo leader è Leonardo Facco.   Facco ha scritto per l’organo leghista LaPadania, giornale che sopravvive grazie ai contributi pubblici statali(e ci credo visto che i leghisti non sanno leggere…perchè dovrebbero comprare un giornale?) e ha fatto vita di partito in uno dei partiti(la lega) più affezionati ai soldi pubblici che vi siano in giro.

Altro esponente di fama del combriccola che vuole affamare la bestia è il rinomato giornalista  Oscar Giannino,  a capo del liberista ChicagoBlog   ed ora impegnato in politica. Peccato solo che il giornalista anti-tasse abbia scritto per ilFoglio, ilRiformista e conduca un programma su Radio24(gruppo sole24ore) ovvero tutti gruppi editoriali che prendono i fondi statali per l’editoria.

Più istituzionale invece è Benedetto DellaVedova, uomo importante di FLI, intorno a cui si è coagulato il gruppetto di Libertiamo(web-magazine ultraliberista).      beh dopo una carriera “accademica”  (soldi pubblici o libero mercato secondo voi? )  tra cui spicca quello dell’istituto di ricerca persso la regione lombardia,      a 37 anni è eletto euro-parlamentare e da allora svolge attività politica… in sintesi:  ha sempre campato con i soldi pubblici.

questa è la gente che è contro lo Stato…. quando lo Stato serve per scuole ed ospedali,

restituiscano quello che han guadagnato grazie allo Stato prima di chiedere la fine del welfare.

p.s.

pare che in Honduras si voglia fare una città privata…. secondo voi, i nostri anarcocapitalisti abbandoneranno la comodità del welfare europeo(anche di uno scadente come quello italiano) per trasferirvisi, convinti della superiorità della propria ideologia o rimarranno con il culo al coperto qui in europa?
secondo me, faranno come gli stalinisti italiani all’epoca dell’ URSS che vantano l’Unione Sovietica ma si guardavano dall’andarci ad abitare preferendo la libertà e il benessero dell’ Europa occidentale socialdemocratica e liberale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...