CONTRO GLI EMBARGHI

ho già espresso più volte  contrarietà a dividersi  in guerre di religione sulla politica estera.

quel che guida la politica estera di uno Stato è l’interesse nazionale, non l’ideologia politica.

vi aggiungo che  guardo con meno antipatia Stati imperfetti come Iran ed Israele rispetto a residuati feudali come l’ Arabia Saudita.

detesto inoltre gli embarghi ed i boicottaggi perchè affamano la popolazione e rendono ancora più ostica l’apertura di quelle popolazioni al resto del mondo.

BOICOTTARE O SBOICOTTARE

la questione israelo-palestinese è una questione culturalmente importante nella politica italiana.
personalmente la considero secondaria vista la scarsa rilevanza demografica dei due Paesi, il livello di violenza subita e generata (da ambo le parti) non paragonabile con quella di altri conflitti, la mancanza di risorse energetiche e minerarie di quei due Stati.

a titolo informativo questa è la lista dell’ennesima campagna contro i prodotti israeliani.
noterete, forse, che la lista che presento è per Sboicottare.
Infatti non credo alla politica di boicottare l’economia di un Paese.
Non lo credo per Cuba, per l’Iran e non lo credo per Israele.
E’ una politica che impoverisce soltanto i civili.

in linea generale reputo eccessivo l’attegiamento delle militanze di Sinistra (e dei fasci) contro Israele.
Va notato che nelle alte sfere politiche italiote la simpatia invece è eccessiva verso Israele.